giovedì 11 agosto 2022, ore
HOME
UDINESE - Marino sul calendario di Serie A: "Partenza suggestiva, ma le ultime in casa con Napoli, Lazio e Juventus non sono piacevoli"
24.06.2022 17:11

Il commento di Pierpaolo Marino ai canali uffciali dell'Udinese. Sui mondiali: “Sara’ una difficolta’ enorme perche’ il campionato si giochera’ per quasi un terzo con il mercato aperto”. “Una partenza suggestiva e difficile, però queste grandi squadre è meglio sfidarle all’inizio che alla fine. Sono più preoccupato in realtà del finale di campionato con la Juventus piuttosto che l’inizio con il Milan in quanto può riservare una sorpresa ai neo campioni d’Italia perché sappiamo che le squadre grandi a inizio stagione possono far fatica a carburare tant’è che tre anni fa alla prima di campionato battemmo il Milan qui alla Dacia Arena. È un calendario che ritengo equilibrato fino ad un certo punto che poi nell’asimmetria del girone di ritorno ci ha riservato le ultime partite in casa della stagione contro Napoli, Lazio e Juventus che non sono piacevoli; sarà importante arrivare a quelle partite con un buon bottino di punti. Dovremmo fare in maniera di accumulare più punti possibili e di fare un campionato da parte sinistra della classifica“. Marino ha rilasciato un commento anche in merito alla lunga sosta di Novembre dettata dai mondiali in Qatar:“Per il precampionato non ci sarà nulla di diverso, anticipiamo di qualche giornata il ritiro ma non ci sono novità. Per i preparatori atletici e gli allenatori sarà complicato studiare il programma, la preparazione di quel periodo in cui la squadra sarà ferma per i campionati mondiali. Si valuterà in base ai giocatori che andranno in nazionale e quanti ne resteranno. Si studieranno dei programmi che alternino l’impegno fisico a quello tecnico tattico per arrivare alla miglior condizione possibile alla ripresa. Poi c’è un’altra forma di atipicità legata alle nove partite complessive che si giocheranno con il mercato aperto tra agosto e gennaio. Sarà una difficoltà enorme soprattutto per i piccoli – medio Club perché complicato gestire i giocatori con il mal di pancia sia per gli allenatori sia per i dirigenti. Sarà quindi, una difficoltà in più perché mai in un campionato di Serie A si è giocato per quasi un terzo del campionato a mercato aperto”.

ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>