mercoledì 8 luglio 2020, ore
L'ANGOLO
NM LIVE - Andrè Cruz: “Gattuso come Simeone, idee, grinta e feeling con lo spogliatoio, Everton sta facendo bene nel Gremio e nella Seleçao, può ripetersi nel Napoli”
28.05.2020 17:05

NAPOLI - ANDRÈ CRUZ, ex difensore del Napoli, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Ho parlato della pandemia di coronavirus, con diversi amici che ho in Europa e credo che qui in Brasile sia stato diverso. Almeno dalle mie parti non abbiamo avuto gli effetti drammatici che avete avuto voi in Italia o in Europa, poi ho la sensazione che il tema coronavirus sia stato utilizzato a scopi politici, per indebolire la figura del nostro Presidente o per chiedere più soldi al governo. Conosco Gattuso come giocatore e ricordo perfettamente la sua grinta, il suo cuore e credo che come allenatore sia molto simile a Simeone, entrambi hanno una carica eccezionale che riescono a trasmettere anche allo spogliatoio. Poi si sa, nel calcio se arrivano i risultati, tutto va bene, però credo che possa fare molto bene con il Napoli. Il presidente De Laurentiis deve fare il massimo per rinnovare il contratto ai giocatori più bravi, deve fare ogni sforzo per tenere i migliori per poter mantenere la squadra sempre ad altissimi livelli. Everton del Gremio è un destro che gioca a sinistra, un po’ come Insigne, sta facendo molto bene sia nel club che nella Seleçao e credo che possa fare molto bene anche a Napoli. Koulibaly? Un grandissimo giocatore, una certezza per la difesa del Napoli, difficile da sostituire anche se lo vendi a 100 milioni, perché nessuno potrà assicurarti che chi prenderà il suo posto, avrà lo stesso rendimento, sarà sempre un’incognita. Devo anche dire, però, che in questo momento di crisi, è difficile se non impossibile rifiutare una proposta da 100 milioni. Cavani, anche a 30 anni è un grandissimo attaccante e lo prenderei, ma prima gli parlerei molto chiaramente. Il mio gol più bello? Contro l’Inter in Coppa Italia a Milano, ma anche in campionato contro il Parma, quando vincemmo 2-1 e in porta c’era un certo Buffon…”.

 

Loading...
 
ULTIMISSIME L'ANGOLO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>