sabato 16 novembre 2019, ore
CULTURA & GOSSIP
LA RASSEGNA - "Venezia a Napoli", ospiti la regista araba Shahad Ameen e l'attore francese Gerard Meylan al Cinema Astra
22.10.2019 11:47

Napoli – La regista saudita Shahad Ameen, con il suo intenso esordio “Scales” sul tema delle libertà negate alle donne nel mondo arabo, e l’attore francese Gerard Meylan protagonista di “Gloria Mundi” di Robert Guédiguian, sono gli ospiti, domani mercoledì 23 ottobre al Cinema Astra in Via Mezzocannone 109 (Ingresso 3 euro), di Venezia a Napoli. Il cinema esteso”, la rassegna ideata e diretta da Antonella Di Nocera che fino al 28 ottobre presenta in esclusiva film selezionati dal programma della 76. Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

 

Si comincia alle ore 17 con “Scales” della giovane cineasta araba Shahad Ameen, che incontra il pubblico al termine della proiezione. Il film, tra mito e ritualità, è un potente e oscuro racconto ambientato su un’isola immaginaria dove le prime figlie femmine di ogni famiglia vengono donate al mare come sacrificio propiziatorio per la pesca e la ricerca del cibo. In questa società dominata dal maschile, un padre si rifiuta di uccidere la propria neonata che, una volta adolescente, spezzerà le catene delle antiche leggi.

 

Un drammatico ritratto di famiglia è al centro di “Gloria Mundi” di Robert Guédiguianin programma alle ore 19 e presentato dal protagonista Gerard Meylan, attore feticcio del regista francese, al 16esimo lavoro insieme. Il film, per il quale l’attrice Ariene Ascaride ha vinto la Coppa Volpi a Venezia per la migliore interpretazione femminile, si svolge a Marsiglia dove una famiglia si riunisce per la nascita della piccola Gloria. Nonostante la gioia, i giovani genitori lottano per uscire da una difficile situazione economica. La proiezione è introdotta da Laurent Burindes Roziers, Console generale di Francia a Napoli.

 

In serata, alle ore 21,30, proiezione del documentario “State Funeral” di Sergei Loznitsa che mostra, attraverso filmati d’archivio unici e in gran parte inediti, il funerale di Josip Stalin nell’Unione Sovietica del 1953, una cerimonia seguita da decine di migliaia di persone, descritta dalla Pravda come “il Grande Addio”.

 

La rassegna prosegue fino al 28 ottobre e accoglierà, tra gli altri, il maestro italiano Giuliano Montaldo, il critico cinematografico, saggista e autore televisivo Enrico Ghezzi, i registi Franco Maresco, Niccolò Vivarelli, i giovani cineasti internazionali Antonine de Bary, Théo Court e Sébastian Muñoz, insieme agli ospiti  italiani Francesco Di Leva, Simone Isola, Simone Cipani e tanti altri.

 

La manifestazione è diretta da Antonella Di Nocera, a cura di Parallelo 41, con il contributo di MIBACTRegione Campania, in collaborazione con Biennale di Venezia, 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di VeneziaUniversità degli Studi di Napoli Federico II Coinor, Arci Movie, Institut Français Napoli, Istituto Confucio dell’Orientale, Goethe InstitutIstituto Luce, Giornate degli AutoriSettimana Internazionale della Critica di VeneziaCentro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, Cineteca di Bologna, Accademia di Belle Arti di Napoli, Film Commission Regione Campania, Istituto Cervantes, Rassegna Sguardi Ostinati di CasalnuovoMoby Dick. Con il patrocinio dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, Università degli Studi di Napoli L'Orientale, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

 

Tutti i film stranieri sono proiettati in versione originale e sottotitolati in italiano.

Loading...
 
ULTIMISSIME CULTURA & GOSSIP
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>